Homepage - Accesskey: alt+h invio
Editore: Bottega editoriale Srl
Società di prodotti editoriali, comunicazione e giornalismo.
Iscrizione al Roc n. 21969.
Registrazione presso il Tribunale di Cosenza
n. 817 del 22/11/2007.
Issn 2035-7370.
Cookie Policy.
Direttore responsabile: Fulvio Mazza
A. XI, n 119, agosto 2017
Vai all'articolo: La crisi esistenziale dell’uomo e la crisi politica dello stato La crisi esistenziale dell’uomo
e la crisi politica dello stato
di Stefania Ciavattini
Da Città del Sole, il secondo volume della sapiente indagine storica
condotta da Gerardo Passannante delineando il declino dell’Impero


Il secondo volume dell’ampio romanzo storico di Gerardo Passannante, condivide, con gli altri già editi, la caratteristica di poter essere proposto a un ampio numero di lettori e non solo agli amanti del genere storico. Il profondo legame che sussiste tra i personaggi e il loro tempo rende infatti la lettura dell’opera, estremamente scorrevole, senza appesantimenti didattici e documentaristici. continua

Il legame tra due fratelli
e la lotta per la libertà
di Elisa Barchetta
Da Città del Sole, un albero che non dà solo frutti,
ma è anche messaggero di sentimenti autentici


Tutti abbiamo visto nei telegiornali gli eventi che nel 2013 sono accaduti in Turchia, a Istanbul, durante quella che sarebbe potuta diventare la “Primavera turca”. Una protesta pacifica nata per chiedere di evitare l’abbattimento degli alberi e la costruzione di un centro commerciale in Gezi Park, poi allargatasi alla richiesta di più libertà, soprattutto di espressione ma anche individuali – come la possibilità di abortire – e, infine, sfociata nelle rivolte di piazza Taksim e in una pesante repressione da parte della polizia turca su mandato del Governo Erdoğan.
È sullo sfondo di tali accadimenti che si svolge la vicenda di due fratelli, Nazif e Lemi, raccontata dalla poetessa e insegnante Luciana De Palma, al suo esordio come autrice di romanzi. Il melograno (Città del Sole edizioni, pp. 176, €12,00), continua

Empatizzare
e comunicare
di Maria Chiara Paone
Da Pellegrini Editore
un pratico saggio
sulle vere emozioni


In un’epoca come quella che stiamo vivendo in questo momento, in cui la tecnologia rischia di diventare sempre più padrone e non strumento, il ritrovarsi faccia a faccia non è più considerato necessario e l’omologazione sembra essere l’unico desiderio inconscio. Pertanto, nel Terzo Millennio, si può ancora affermare che l’uomo sia un essere capace di empatizzare con i propri simili?
Lorenzo Micheletti, laureato in Scienze della Comunicazione, ci fornisce la sua opinione nel saggio dal titolo Empatia e comunicazione non verbale, di prossima pubblicazione da parte di Pellegrini Editore.

Partendo dall’inizio
L’autore, con la sua opera prima, offre un compendio veramente completo e utile, anche per chi, studente universitario o semplice appassionato, si ritrova ad approcciarsi alla materia trattata solo al momento della lettura.
Proprio per questo, Micheletti decide di introdurre la sua tesi spiegando come l’uomo sia capace di comunicare anche senza aver bisogno delle parole, riconnettendosi così a una sfera primordiale che sembra condividere con il mondo animale tutto: una serie di «atti non verbali» all’apparenza privi di significato – come toccarsi i capelli o schiarirsi la voce – continua

Le grandi lobbies
tra mille intrighi:
un delitto a Torino
di Stefania Ciavattini
In arrivo un thriller di Romano Ferrari
da divorare fino all’ultima pagina


Un romanzo giallo che si può gustare in tempi brevi, nonostante le quasi duecento pagine: Intrigo all’ombra della Mole, l’ultima fatica di Romano Ferrari, che fa parte della “scuderia” di Bottega editoriale, e che si trova attualmente all’attenzione degli editori.
Tutto infatti concorre a facilitare la lettura: lo stile, chiaro e preciso, i paragrafi sufficientemente brevi, interrotti da frequenti colloqui, la divisione in capitoli di poche pagine, scanditi da una data e spesso anche dall’ora, come in un diario ospedaliero. Il risultato è un insieme ordinato e pulito che fa da “sponda” alla lettura. L’altro elemento che porta a leggere il libro con facilità è dovuto alla capacità dell’autore di inserire frequenti elementi pronti a riaccendere la curiosità del lettore sugli esiti delle varie situazioni e quindi a indurlo a sfogliare velocemente le pagine: può trattarsi di un cambio improvviso di ambientazione, che suggerisce un ampliamento delle “piste” da seguire, o l’introduzione di una nuova informazione che costringe a rivedere il quadro che ci si era fatti fino a quel momento.
Un intreccio di interessi, che passa attraverso più personaggi con motivazioni diverse continua

Vai all'articolo: Niente gelato se hai un libro per tutti i gusti! Niente gelato
se hai un libro
per tutti i gusti!
di Gilda Pucci
Talos Edizioni ci propone
un romanzo avvincente
da leggere sotto l’ombrellone


Calliope – una ragazza comune, di altezza media, corporatura normale, capelli neri con frangia, occhi azzurri e profondi – ha un sogno nel cassetto: scrivere un libro.
Vicina al destino di tante ragazze innamorate di tutto ciò che ha a che fare con il mondo del libro e delle riviste, anche lei sceglie la Facoltà di Lettere e studia Editoria, riuscendo a ottenere il tanto ambito posto nella biblioteca della sua città, ma non sa ancora trovare un tema adatto alla storia che vorrebbe pubblicare.
Proprio in biblioteca la nostra protagonista incontra Charles, un giovane timido che in un primo momento, ritenendo di aver sbagliato approccio con lei, continua

Convivere
con la camorra
di Elisa Barchetta
Da Edizioni Spartaco: l'amore nel mondo malavitoso

Anna è solo una tredicenne ma è la più bella del paese e questo basta al figlio del boss del clan locale per decidere che quella ragazza deve essere sua. Per lei invece, quella è soltanto la prima cotta di una ragazzina, attratta più dalle attenzioni di questo ragazzo appena maggiorenne e dallo status sociale che il frequentarlo le permette di avere rispetto alle coetanee. Questa storia la fa sentire grande e importante anche se intuisce perfettamente che l’amore, quello vero, è un’altra cosa; qualcosa che non ha bisogno di pensieri costosi, sfarzo e dimostrazioni di potere. Anche i genitori di Anna non condividono la decisione della figlia e le fanno capire, con modi molto diversi, che quel ragazzo proprio non va bene. Anna decide perciò di interrompere questa storia, continua

Collaboratori di redazione:
Teresa Elia, Ilenia Marrapodi, Antonella Napoli, Giusy Patera
Progetto grafico a cura di: Fulvio Mazza ed Emanuela Catania. Realizzazione: FN2000 Soft per conto di DAMA IT