Homepage - Accesskey: alt+h invio
Editore: Bottega editoriale Srl
Società di prodotti editoriali, comunicazione e giornalismo.
Iscrizione al Roc n. 21969.
Registrazione presso il Tribunale di Cosenza
n. 817 del 22/11/2007.
Issn 2035-7370.

Privacy Policy

Direttore responsabile: Fulvio Mazza
Direttore editoriale: Mario Saccomanno
A. XVIII, n. 202, luglio 2024
Sei in: Articolo




Home Page (a cura di La Redazione) . A. XVIII, n. 200, maggio 2024

Zoom immagine Bottega editoriale al “Salto24”:
fra dibattiti e presentazioni

di Rosita Mazzei
La nostra agenzia sarà al Salone anche per
presentare agli editori gli inediti dei propri autori


Dal 9 al 13 maggio 2024, il Lingotto fiere avrà il compito di ospitare una delle manifestazioni culturali più importanti d’Italia: il Salone internazionale del libro di Torino. In tale cornice, infatti, si riunisce annualmente l’intera filiera della letteratura.
Gli attori protagonisti, ovviamente, saranno i libri e con essi tutti gli operatori del settore. Case editrici, scrittori, editor, giornalisti, agenti letterari, bibliotecari e lettori, quindi, si raduneranno per parlare, dialogare, discutere e scoprire nuovi appassionanti testi (oltreché per venderli, naturalmente!).
Tra coloro che calcheranno il palcoscenico, in posizione di evidenza, vi sarà anche quest’anno la Federazione unitaria italiani scrittori (Fuis) intenta, non solo a tutelare sindacalmente i propri scrittori, anche alla creazione di contenuti formativi e di spessore che potranno soddisfare chiunque graviti intorno al settore editoriale.
Naturalmente, anche Bottega editoriale sarà occupata in numerose attività che contrassegneranno tale rinomata kermesse della cultura internazionale.

Cos’è la Fuis
Per chi opera nel mondo editoriale, spera di farlo o, semplicemente, è un lettore appassionato, non è fattibile non soffermarsi sulla Fuis e sulla sua importanza nel mondo culturale italiano.
Si tratta di un’organizzazione di categoria degli scrittori nostrani le cui finalità si focalizzano sulla tutela degli autori, sulla promozione degli scrittori e delle loro opere, sulla promozione del libro attraverso presentazioni e convegni di ogni genere. Non solo, poiché la suddetta federazione è impegnata anche nell’attenzione da riversare al patrimonio storico, letterario, artistico italiano e di molto altro.
In precedenza, abbiamo avuto modo di soffermarci sulle attività e le finalità della Fuis. Per leggere un’intervista al presidente Natale Antonio Rossi basta cliccare qui: www.bottegaeditoriale.it/questionidieditoria.asp?id=193; invece, per un resoconto su due Convegni sul Diritto d’autore e sulla Pace basta visitare questo link: www.bottegascriptamanent.it/?modulo=Articolo&id=2670&idedizione=214
Dopo quanto detto, è bene chiarire alcuni concetti. Il Salone internazionale del libro di Torino è in grado ogni anno di raccogliere intorno a sé una quantità e una qualità elevata di persone coinvolte nel settore editoriale. Si parla di 2.000 ospiti di svariate provenienze per un totale di ben 1.200 eventi e, tra di essi si inserisce al meglio anche la stessa Fuis. Di conseguenza, il Salone internazionale del libro di Torino sarà l’occasione per far conoscere nuovi dettagli del mondo editoriale non solo agli addetti ai lavori, ma anche ai meno esperti. I visitatori, quindi, potranno soffermarsi sulla quantità di materiale di valore proveniente da diverse case editrici e non solo. Infatti, nel corso del suddetto avvenimento culturale, ci saranno una serie di attività che vedrà come attrice protagonista l’intera filiera del libro e, perdonateci il conflitto d’interessi, la nostra agenzia letteraria Bottega editoriale.

Gli autori della nostra “Scuderia letteraria” al Salone: un dibattito sul Fantasy
Pertanto, dalle ore 15:00 della giornata di venerdì 10 maggio 2024, al padiglione 2, presso lo stand F118-H117 della medesima Fuis, si svolgeranno incontri letterari organizzati dalla nostra Agenzia letteraria.
In particolare, l’attenzione sarà rivolta a un evento culturale diretto a un genere letterario troppo spesso sottovalutato. Il fantasy: da letteratura bistrattata a narrativa sociale è il titolo di tale dibattito, che si svolgerà nella data precedentemente segnalata. I saluti di casa verranno portati da Natale Antonio Rossi, presidente della Fuis, e da Fulvio Mazza, direttore della nostra agenzia.
A introdurre il congresso ci penserà Rosita Mazzei, scrittrice fantasy e giornalista. Durante l’incontro prenderà la parola Anita Sessa, editrice della Words edizioni, tramite un contributo intitolato Le evoluzioni nel fantasy nel mondo editoriale.
Seguirà Stefano Raiti, giovanissimo scrittore fantasy, con un intervento avente come titolo Come sono diventato uno scrittore fantasy. Il dibattito toccherà, dunque, i temi del rapporto fra libri e scrittura e fra libri e lettura partendo dal genere Fantasy in rapporto all’autismo, riguardo al quale ci saranno anche momenti di testimonianza diretta.

Per conoscere meglio gli scrittori della nostra “Scuderia letteraria”
Concluso questo convegno, sarà subito tempo di approfondire gli aspetti peculiari che contrassegnano i testi di alcuni autori appartenenti al Portfolio di Bottega editoriale (www.bottegaeditoriale.it/bottega/contenuti/1_Editoria.htm).
Il primo libro a essere presentato sarà Rappoesia (Armando Editore) di Andrea Castiglioni. Si tratta di una silloge poetica che riporta le strofe utili a narrare una vicenda ben precisa: un viaggio autobiografico e, contemporaneamente, universale che attraversa il fulcro del sentire umano. L’autore presenterà tale suo libro introdotto dal critico letterario Guglielmo Colombero, alle ore 15:40, presso lo stesso stand della Fuis
Un’altra presentazione letteraria importante durante questa manifestazione culturale sarà quella incentrata sulla trilogia di romanzi erotico-noir Nella Tempesta di Franca Mannu che descrive la storia tormentata di una giovane donna, Susanna, che si ritrova, invischiata in diversi giri criminali contraddistinti, anche, da momenti erotici.
L’autrice, che dialogherà con il pubblico, sarà introdotta, dalle ore 16:10, sempre dal critico letterario Guglielmo Colombero. Nella scorsa edizione del Salone del Libro, oltre a ciò, era stato immesso ai lettori il primo volume, Nella tempesta. Legami (Armando Editore), presso lo stand della Fuis (per leggerne di più sul testo visita questo link: http://www.bottegaeditoriale.it/primopiano.asp). Quest’anno l’attenzione verrà riposta principalmente sul secondo libro della trilogia, Nella tempesta. Desiderio e paura, appena uscito sempre per i tipi di Armando.
Tra le presentazioni più importanti ci sarà quella di Giacomo Gaiotti concentrata sul suo libro Dalla Rsi al nuovo ordine (La Rondine Edizioni). Il dibattito, che inizierà alle ore 16:40, sarà introdotto da Fulvio Mazza, nella sua qualità di storico, e vedrà gli interventi di Gianmarco D’Astolto e Carla Oppo, “giovani storici” della trasmissione di Rai3 Passato e presente.
Il libro rappresenta un’analisi dell’evoluzione politica della destra neofascista. Si prospetta un incontro assai stimolante perché il libro descrive i neofascisti attivi nei primi decenni della Repubblica non solo come personaggi ignoranti e violenti – e spesso anche bombaroli – ma anche come militanti politici portatori di progetti legittimi, benché molto (molto!) opinabili. Tali progetti contenevano anche mutazioni rispetto al fascismo propriamente detto. In questo senso si inquadra anche l’intervista-testimonianza fatta a Franco Freda.

Un’ampia opera divulgativa
Inoltre, tra i libri che i lettori potranno essere invogliati a scoprire vi saranno alcuni del già citato autore Stefano Raiti. Lo stesso ha all’attivo due opere, Jungle Force. I guardiani della giungla (Edizioni Erranti, pp. 130, € 10,00) e I due re. Jungle Force (Edizioni Erranti, pp. 60, € 10,00), saga fantasy incentrata sulle vicende di Jack Half Blood che viene designato futuro re di tutti gli animali delle Sei Foreste. Lo scrittore in questione, inoltre, prossimamente darà alle stampe un libro facente parte della nostra “Scuderia letteraria”.
Indubbiamente, tra le opere d’interesse sulle quali si insisterà durante i giorni del Salone di Torino vi saranno i tre testi di Luigia Veccia. Il primo lavoro che sarà promosso sarà Il gazebo dei pini (Nep edizioni, pp. 128, € 12,00), un romanzo che si sofferma sulla vita di Sara. A sessant’anni, infatti, ella può guardare indietro con soddisfazione, dopo una vita piena circondata dall'affetto delle persone care. Tuttavia, una nuova inquietudine si fa strada in lei.
Altra direzione, invece, prende il testo Le vite di Sara (Nep edizioni, pp. 114, € 12,60). I racconti in questione, mossi dalla quotidianità, sono spesso permeati da una sensazione intima e crepuscolare. Si possono trovare anche brevi momenti di nostalgia e ferite emotive ancora aperte, il tutto sfiorando il surreale.
Infine, come non citare Troppo è l’amore per essere compreso (Nep edizioni), poesie e prose poetiche che trattano una serie di tematiche che scandiscono la quotidianità dell’individuo in quanto tale. Oltre a ciò, è bene sottolineare come tutti e tre i testi passati in rassegna siano arricchiti dalle sapienti Prefazioni di Guglielmo Colombero.
I lettori potranno avere la possibilità di conoscere approfonditamente un saggio accurato su una verità scomoda su uno dei periodi oscuri della storia della Repubblica italiana: Il Golpe Borghese quarto grado di giudizio... La leadership di Gelli, il «golpista». Andreotti, i depistaggi della «Dottrina Maletti» (Pellegrini Editore, pp. 304, € 16,00) di Fulvio Mazza.
Difatti, anche i saggi sono tra le opere che gli avventori potranno scoprire all’interno di questo evento decisivo. Come non citare, allora, Una scoperta cruciale che riabilita la metafisica (Armando Editore, pp. 394, € 19,00) di Alessandro Giraudi. Lo stesso, all’interno del proprio volume, va a individuare l’“esistenza” di due “contenitori” metafisici colti da un’esperienza umana metafisica e universale. Questi ultimi, a propria volta, rappresentano il moderno principio di contenenza-appartenenza, vitali non solo per la metafisica e l’ontologia, ma anche per il rimanente campo filosofico.
Altro saggio di spessore è quello di Alessandro Milito che propone il suo La Calabria negli anni delle stragi (Pellegrini Editore, pp. 166, € 15,00). Qui si snocciola un argomento rilevante: la Calabria al centro del rapporto eversivo tra destra neofascista e ’ndrangheta.

Le diverse attività che terranno impegnata Bottega editoriale
Le azioni che Bottega editoriale svolgerà durante la prossima edizione del Salone internazionale del libro di Torino, come si è detto, saranno diverse e tutte di rilievo. In merito, risulta proficuo citare la Rappresentanza editoriale, uno dei servizi più importanti della nostra agenzia. Si tratta di proporre l’opera di ogni scrittore che si è affidato a noi a varie case editrici selezionate primariamente in base alla linea editoriale delle realtà con le quali confrontarsi e in base alle caratteristiche del testo proposto.
Inoltre, l’opera viene accompagnata da una Lettera di presentazione critica. Il compito di Bottega editoriale è quello di presentare agli autori le proposte contrattuali pervenute guidandoli nel percorso di individuazione di quella di maggiore interesse così da indurli a una scelta ottimale.
Questa attività ha contrassegnato pure le edizioni precedenti del Salone, tra cui quella del 2023 (per un Resoconto delle attività svolte durante l’ultima edizione della Fiera clicca qui: http://www.bottegascriptamanent.it/?modulo=Articolo&id=2602&idedizione=204). La stessa risulta essere indispensabile nel momento in cui il mondo editoriale si raduna in un unico luogo per confrontarsi e stringere nuovi legami che si prospettano quantomeno duraturi.
Per tale motivo, è bene conoscere al meglio i propri interlocutori in modo da potersi proporre nel migliore dei modi tramite le giuste competenze. Inoltre, a ogni casa editrice va sottoposto la tipologia di libro avvezza a trattare, seguendo la linea editoriale che gli è propria. In tal mondo, infatti, si potrà formare una comunione di intenti in grado di soddisfare autori, editori, ma anche i futuri lettori.
Da qui, come sempre, l’incarico di Bottega editoriale si concretizza nel mettere in contatto i diversi elementi che compongono il panorama culturale italiano. Anche l’ormai prossima edizione del Salone internazionale del libro di Torino, quindi, ci vedrà intenti a dare il nostro massimo nelle varie occasioni che ci vedranno coinvolti.

Rosita Mazzei

(www.bottegascriptamanent.it, anno XVIII, n. 200, maggio 2024)

Collaboratori di redazione:
Elisa Guglielmi, Ilenia Marrapodi
Progetto grafico a cura di: Fulvio Mazza ed Emanuela Catania. Realizzazione: FN2000 Soft per conto di DAMA IT