Homepage - Accesskey: alt+h invio
Editore: Bottega editoriale Srl
Società di prodotti editoriali, comunicazione e giornalismo.
Iscrizione al Roc n. 21969.
Registrazione presso il Tribunale di Cosenza
n. 817 del 22/11/2007.
Issn 2035-7370.

Privacy Policy

Direttore responsabile: Fulvio Mazza
A. XV, n. 160, gennaio 2021
Sei in: Articolo




Dibattiti ed eventi (a cura di Natalia Bloise)

Grande Carmine Abate,
autore tutto “pitagorico”
con sottofondo le note
di Battisti e di Gaetano

di Giusy Patera
Il Liceo scientifico “Pitagora”, fiore di didattica e scolastica, ha incontrato
lo scrittore con il suo ultimo romanzo, Gli anni veloci, targato Mondadori


Carmine Abate ha incontrato gli studenti del Liceo scientifico “Pitagora” di Rende.

Alla tavola rotonda sono intervenuti l’assessore alla Cultura Delly Fabiano, Giuseppe Sassano per la Libreria Mondadori di Cosenza, il dirigente scolastico del Liceo Francesco Provenzale e la docente dello stesso istituto Carmelina Contatore.

Nella Sala consiliare del Comune, in Piazza Matteotti, lo scrittore calabrese è stato subissato di domande a cui, con il savoir faire didattico di chi è insegnante, ha risposto senza sottrarsi e senza risparmiarsi, mentre le note di Lucio Battisti e Rino Gaetano, suonate da alcuni studenti, facevano da sottofondo.

 

L’entusiasmo “pitagorico” a confronto con Gli anni veloci di Abate

L’autore ha spiegato come nel romanzo – Gli anni veloci (Mondadori) giunto alla seconda edizione – abbia voluto affrescare un’età e una generazione. Infatti ha sottolineato che non si tratta solo di un intenso ritratto di un periodo cristallizzatosi nell’immaginario collettivo come l’epoca degli “Anni di piombo”, ma anche di una testimonianza dell’entusiasmo e della tenerezza che ha “colorato” quegli anni, che ancora oggi proiettano la loro ombra sul nostro presente.

Gli anni veloci sono quelli della gioventù che corre, permeati dell’esigenza di rendere concreti i propri sogni.

L’avvenimento si è rivelato una bella occasione per discutere di passato e futuro, di Calabria e di altrove, e gli studenti hanno partecipato con interesse ed attenzione tanto che lo stesso Abate, alla fine, ci ha dichiarato sorridente: «un incontro straordinario, con giovani preparati che hanno letto con passione il libro. Quando incontro ragazzi così ho fiducia nel futuro della Calabria».

 

“Grand tour” di Abate

Un tour tutto calabrese per l’autore, che si è fermato a Rende e in questo luogo si tinge di tinte didattiche, in quanto tale incontro si è inscritto nell’ambito del primo laboratorio di lettura-scrittura dell’anno scolastico 2008-09 che gli alunni del Liceo scientifico “Pitagora” hanno intrapreso.

L’evento promosso dall’Istituto rientra tra le numerose attività progettuali – attività teatrali, laboratori didattici, incontri seminariali – attraverso cui si intende consolidare il raccordo e le occasioni di arricchimento con le istituzioni e le associazioni culturali del territorio.

Il laboratorio di lettura-scrittura, progetto da cui è scaturito l’incontro con Abate, ha fatto sì che i ragazzi leggessero un libro che ha offerto loro uno spunto per la riflessione.

 

Annalisa Pontieri

 

(www.bottegascriptamanent.it, anno III, n. 17, gennaio 2009)

 

Progetto grafico a cura di: Fulvio Mazza ed Emanuela Catania. Realizzazione: FN2000 Soft per conto di DAMA IT