Homepage - Accesskey: alt+h invio
Editore: Bottega editoriale Srl
Società di prodotti editoriali, comunicazione e giornalismo.
Iscrizione al Roc n. 21969.
Registrazione presso il Tribunale di Cosenza
n. 817 del 22/11/2007.
Issn 2035-7370.

Privacy Policy

Direttore responsabile: Fulvio Mazza
A. XV, n. 160, gennaio 2021
Sei in: Articolo




Dibattiti ed eventi (a cura di Natalia Bloise)

La “Reggina” del calcio: anni di fede e passione
di Alessandro Crupi
Nelle edizioni Città del sole due lustri di storia di una squadra e di una città
tra riscatto sociale e amore per lo sport, i ricordi di due tifosi in “amaranto”


Reggina 1999-2008. Dieci anni all’ultimo respiro (Presentazione di Enzo Laganà, Città del sole, pp. 138, € 10,00). Con questo titolo Giuseppe Licandro e Rino Tripodi hanno immortalato la comune e ardente fede sportiva verso la propria squadra del cuore, confezionando per il lettore un libro in cui si mescolano, in modo ordinato e incalzante, le vicende sportive della Reggina negli ultimi prolifici due lustri con gli aspetti sociali, legati comunque al fatto sportivo, che hanno accompagnato la crescita generale della città di Reggio Calabria in tutto questo tempo. Il libro, edito da Città del sole edizioni di Franco Arcidiaco, è stato presentato sabato 9 febbraio presso i rinomati locali del B’art. Un evento che, su iniziativa della stessa casa editrice reggina, inaugura una serie di appuntamenti culturali che si terranno all’interno del medesimo locale sotto le insegne dello slogan “Aperitivo con l’autore”. Una formula con cui per tutti coloro i quali assistono alla presentazione dell’opera in oggetto è possibile, al prezzo di 10 euro, acquistare il libro e gustare l’aperitivo della casa. Presenti, oltre ovviamente agli autori e all’editore, un caloroso gruppo di appassionati, tutti accomunati dalla stessa passione per le sorti della squadra amaranto. Un destino, un abbraccio che unisce anche gli autori dell’opera, entrambi insegnanti, oltre che scrittori, ed entrambi affetti da “Regginite”.

 

La Reggina secondo Licandro e Tripodi

Prima di entrare nel vivo dell’incontro i protagonisti dell’evento s’intrattengono con gli astanti scambiando battute, impressioni e considerazioni preliminari alla centralità del momento che va avvicinandosi. Sul tavolo di presentazione vi sono alcune copie del libro di colore amaranto acceso (il colore sociale della Reggina) e una fila di depliants che rende omaggio alle ultime novità editoriali proposte da Città del sole. Ad un tratto, poi, le tre sedie poste dietro il tavolo vengono occupate e l’attenzione diventa massima. È Franco Arcidiaco il primo a prendere la parola, sottolineando la valenza storica del libro, il cui contenuto ripercorre il momento d’oro della Reggina «negli anni di Foti» e l’aspetto curioso e simpatico di vedere all’opera due uomini che, pur non essendo giornalisti sportivi, hanno dato vita ad un testo dedicato interamente a vicende calcistiche o con esse apparentate, spinti dalla stessa passione che li accomuna alla cittadinanza intera. Successivamente Arcidiaco passa la “palla” (è proprio il caso di dirlo) agli autori, Giuseppe Licandro, professore di storia e filosofia nei licei, oltre che redattore e collaboratore di riviste letterarie come LucidaMente e Bottega Scriptamanent e Rino Tripodi, pubblicista, consulente editoriale, nonché direttore di LucidaMente e insegnante a Bologna, di materie letterarie nelle scuole medie superiori. Licandro espone le motivazioni che lo hanno spinto a scrivere il libro, insieme con l’amico e compagno di avventura, illustrando la struttura dell’opera stessa e ponendo l’accento sia sulla “vecchia” passione nei confronti della Reggina, culminata con la promozione in serie A, che sul legame tra le vicende della squadra e il desiderio di riscatto sociale della cittadinanza, rivisitati in chiave storico-sportiva. Viene proposto, inoltre, in una sorta di amarcord, un breve excursus sulle origini del calcio amaranto, passando in rassegna una serie di episodi particolari come gli eurogoal di Tivelli e Paredes e i tempi di Maestrelli, indimenticato trainer della prima promozione dalla C alla B. Rino Tripodi si sofferma invece maggiormente sugli aspetti più spinosi che hanno caratterizzato e contrassegnano attualmente, in maniera positiva e negativa, la storia amaranto con una chiosa sulle vicende sportive più eclatanti e controverse della nostra città. Esplicito riferimento viene fatto a tal proposito ad alcuni aneddoti extracalcistici legati alla squadra amaranto, ai trionfi scippati rispettivamente alle formazioni di pallavolo e basket Capo Sud e Viola, alle polemiche sull’arbitraggio e al ruolo propositivo e positivo della stessa Reggina nel panorama sociale cittadino.

 

Protagonista il pubblico

Al termine dell’esposizione, la conclusione di Franco Arcidiaco incentrata sulle difficoltà di salvezza per la Reggina in questo campionato e, a seguire, libero spazio agli interventi del pubblico che ha vivacizzato l’incontro con un piacevole dibattito intrattenuto con gli autori. Licandro e Tripodi hanno soddisfatto le numerose curiosità dei presenti, che si sono concentrate soprattutto su quanto accaduto alla squadra e, in generale al calcio, tra lo scorso campionato e quello attuale. Infine, dopo i rituali ringraziamenti e i saluti, tutti alla cassa per acquistare il libro e consumare l’aperitivo prima di assistere al posticipo serale Roma-Reggina.

 

Alessandro Crupi

 

(www.bottegascriptamanent.it, anno II, n.7, marzo 2008)

 

Progetto grafico a cura di: Fulvio Mazza ed Emanuela Catania. Realizzazione: FN2000 Soft per conto di DAMA IT