Homepage - Accesskey: alt+h invio
Editore: Bottega editoriale Srl
Società di prodotti editoriali, comunicazione e giornalismo.
Iscrizione al Roc n. 21969.
Registrazione presso il Tribunale di Cosenza
n. 817 del 22/11/2007.
Issn 2035-7370.

Privacy Policy

Direttore responsabile: Fulvio Mazza
A. XIV, n.155, agosto 2020
Sei in: Articolo




Dibattiti ed eventi (a cura di Emanuela Pugliese)

Una banca del territorio:
la Bpmezzogiorno libera
i fondi raccolti in seguito
all’alluvione messinese

di Maria Teresa Mastruglio
Novembre 2012: il centro polifunzionale di Giampilieri riceverà il denaro
raccolto a seguito dell’iniziativa solidale promossa dall’istituto di credito


Quando la Banca popolare del Mezzogiorno afferma di essere “banca del territorio” lo fa con la consapevolezza di chi crede nei propri valori. A dimostrazione di questo non solo belle parole, ma anche fatti che sono sotto gli occhi di tutti. Ultimo in ordine di arrivo è un forte gesto di solidarietà compiuto verso la popolazione siciliana.

È del 28 novembre 2012 il comunicato stampa della destinazione dei fondi – raccolti in seguito alla terribile alluvione del 2009 – al centro polifunzionale “Accademia Sociale” di Giampilieri. Questa la riprova dell’impegno sociale dell’istituto bancario nei confronti del territorio in cui essa stessa opera. È certo che il territorio in questione (ricordiamolo: Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia) offre non pochi spunti per iniziative concrete tanto di crescita quanto di ricostruzione.

Andiamo ora ai fatti.

Il territorio messinese, tre anni fa, è stato profondamente colpito da una forte alluvione. La situazione si presentava disastrosa. La Banca popolare del Mezzogiorno ha allora deciso di contribuire alla ricostruzione di un territorio ferito dalla forza della natura. È stato, dunque, acceso un conto corrente destinato alla raccolta fondi a supporto delle zone colpite. Più in particolare, l’obiettivo prefisso era la costruzione di un’opera di pubblica utilità. Il gesto oggi è particolarmente significativo in quanto dimostra l’impegno sociale dell’istituto in questo momento di grave crisi economica.

L’iniziativa è stata portata avanti congiuntamente con il Comune di Messina, il quale ha comunicato alla banca la realizzazione materiale del centro affidando poi a quest’ultima il compito di renderla fruibile.

L’opera in oggetto è stato il centro polifunzionale di Giampilieri, un centro di aggregazione riservato a bambini, giovani e anziani.

La struttura si presentava priva di arredo e di accessori. Nello stato in cui giaceva era dunque impossibile sfruttarne le funzionalità. Tramite la raccolta fondi il centro è stato dotato dimpianti di condizionamento, dantifurto, di videosorveglianza e di protezione, di strumenti per una sala proiezione ed intrattenimento. La banca si è interessata anche dell’arredo acquistando gli elettrodomestici e l’attrezzatura informatica. 

Grazie a tali interventi il centro potrà ora assolvere in pieno alla sua funzione di pubblica utilità, favorendo da un lato la socializzazione e lo svago per i giovani e per i bambini, e dall’altro proponendosi come punto d’incontro per gli anziani.

Nelle parole di Antonio Rosignoli, vicedirettore generale della Bpmezzogiorno, leggiamo la soddisfazione per avere ancora una volta dimostrato la vicinanza dell’istituto alla popolazione, soprattutto in momenti critici. Queste le sue parole: «Questa iniziativa evidenzia ancora una volta la natura “popolare” del nostro Istituto, il sostegno e la sensibilità con cui ci rivolgiamo ai bisogni del territorio. Un aiuto concreto di una Banca sempre al servizio del territorio, che si è da subito attivata all’alba della terribile alluvione per sostenere il territorio messinese. Essere riusciti a fare qualcosa di socialmente utile, specie per la popolazione di Giampilieri ci rende orgogliosi e sempre più vicine alle esigenze delle famiglie, delle imprese, degli enti locali».

 

Maria Teresa Mastruglio

(www.bottegascriptamanent.it, anno VI, n. 64, dicembre 2012)

Progetto grafico a cura di: Fulvio Mazza ed Emanuela Catania. Realizzazione: FN2000 Soft per conto di DAMA IT