Homepage - Accesskey: alt+h invio
Editore: Bottega editoriale Srl
Società di prodotti editoriali, comunicazione e giornalismo.
Iscrizione al Roc n. 21969.
Registrazione presso il Tribunale di Cosenza
n. 817 del 22/11/2007.
Issn 2035-7370.

Privacy Policy

Direttore responsabile: Fulvio Mazza
A. XIV, n. 151, aprile 2020
Sei in: Articolo




Dibattiti ed eventi (a cura di Natalia Bloise)

L’agenda universitaria ricca di originale utilità
di Monica Murano
L’Adverto editore ha creato un diario che, oltre al classico memorandum,
rappresenta una bussola: una guida per muoversi nel mondo accademico


È nata una nuova idea per gli studenti neodiplomati: un’agenda universitaria, pratica e utile, che aiuta i ragazzi ad orientarsi negli studi e/o nel mondo del lavoro: Un’idea 07/08. Agenda per l’orientamento universitario in Calabria (con testi di Barbara Saccà, Adverto editore). Utile per chi deve orientarsi nella scelta degli studi accademici e ancor più preziosa per chi, già avviata questa fase, deve ora muoversi nel ginepraio amministrativo degli stessi.
Oltre al ruolo tradizionale di “agenda vera e propria” (nel senso del classico sistema di memorandum per appuntamenti ufficiali e… ufficiosi) rappresenta un indubbio e prezioso vademecum tecnico organizzativo per tutti i discenti! Grazie all’autrice dei testi, dottore di ricerca presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università “Magna Graecia” di Catanzaro, essa è curata nei giusti dettagli al fine di guidare verso una consapevole valutazione del personale percorso da intraprendere. Dunque, spiega l’importanza di porsi nel modo migliore, chiaro e onesto, le giuste domande inerenti al lavoro e consiglia di valutare attentamente i rischi, in particolare per chi vive in Calabria, tenendo in considerazione lo stato di precarietà che riveste il mondo operativo, quindi le effettive possibilità di crescita e avanzamento professionale. Non tralasciando nulla, per i laureandi, mostra quali sono i diversi corsi di livello e i successivi contratti formativi: apprendistato, contratto di inserimento e stage.
Anche e soprattutto per la scelta dell’università si parla allo studente con cognizione di causa. Si spiega l’importanza, in questo caso, di essere pienamente coscienti delle proprie attitudini, dell’impegno da sostenere nell’approfondire le conoscenze che devono, però, essere funzionali all’immissione futura nel mondo del lavoro. Dopo questa premessa l’allievo viene indirizzato da una serie di informazioni sulle generalità dell’ateneo, sul suo funzionamento e sul modo in cui è strutturato (le leggi, le riforme, il diritto allo studio, i master, le scuole di specializzazione, il dottorato di ricerca, gli organi, i corsi di laurea e le prescrizioni). Di seguito presenta le istituzioni della Calabria, quindi di Catanzaro, di Cosenza e di Reggio Calabria, con le varie facoltà e i loro obiettivi, quali il Consorzio universitario di Crotone, l’Accademia delle Belle arti, il Conservatorio di Musica e il Politecnico internazionale di Vibo Valentia.
Riporta informazioni sulle prove di accesso e sui relativi programmi di ammissione, sull’obiettivo formativo dei mediatori linguistici, sulle università telematiche e sui corsi di laurea ad esse attinenti, sulle università ecclesiastiche e facoltà teologiche, elencandone i vari istituti presenti nel territorio. Riferisce quali sono le accademie d’arte in Calabria, mettendo a conoscenza delle diverse branche, indicandone corsi, durata e sbocchi professionali. Inoltre, riporta informazioni sui conservatori musicali e, quindi, sulle varie scuole e corsi complementari.
Ciascun ateneo è introdotto da una breve e curiosa presentazione delle singole città sopra citate e vi sono inserite informazioni con indirizzi e numeri telefonici sui vari dipartimenti, laboratori, biblioteche. Allo stesso modo si è informati sui servizi per gli studenti (centro di orientamento, segreterie, sportelli dislocati sul territorio di ogni ateneo), così come sulle borse di studio e le agevolazioni, sui premi di laurea, sui contributi per la mobilità internazionale, sui prestiti d’onore, sulle soluzioni per gli studenti disabili, sulle pari opportunità, sull’assistenza psicologica, sui progetti “Erasmus”, sui lavori part-time, sulle iniziative culturali, sui luoghi di culto, sul centro universitario sportivo, sul centro residenziale, sulla ristorazione, sull’assicurazione contro gli infortuni, sull’assistenza sanitaria.
Oltre a ciò, sono indicati, sempre per ogni città e con i relativi indirizzi, i vari monumenti da visitare, le biblioteche, i musei, i cinema e i teatri, le ville, i giardini e i parchi, le strutture sportive, le manifestazioni culturali dell’anno e la gastronomia caratteristica del luogo.

Uno sguardo alle curiosità
L’agenda mostra, così, il suo “serio carattere”, ma si presenta piacevolmente arricchita anche da importanti immagini della Calabria, le quali rappresentano alcune testimonianze delle civiltà e della cultura dei popoli che hanno vissuto la nostra terra: la Cattolica di Stilo, monumento architettonico di età bizantina, in provincia di Reggio Calabria; Capo Colonna, santuario di Hera Lacinia, unica ma superba colonna di stile dorico sopravvissuta al tempo, in provincia di Crotone. Immagini di grande interesse quali il castello di Monteleone, in provincia di Vibo Valentia, che presenta elementi di varie epoche; il castello normanno di Gerace, in provincia di Reggio Calabria, che ricorda la tipica struttura di quello delle favole; Le Castella, frazione di Isola di Capo Rizzuto, con l’affascinante storia sulla nota fortezza, baricentro di tutte le vicende di questo luogo, ancora in provincia di Crotone. Inoltre, immagini sulla natura del Parco del Pollino, del Villaggio Palumbo, famoso centro turistico invernale, situato nel cuore della Sila Piccola, nei pressi del Lago Ampollino, nella medesima provincia di Crotone. Rappresentazioni di luoghi suggestivi come Copanello, in provincia di Catanzaro; Scilla, in provincia di Reggio Calabria; Briatico e Tropea, perle posate sulla costa degli Dei e del Tirreno. E poi le cascate del Marmarico di Bivongi, le più alte dell’Appennino meridionale, conosciute, oltre che per la loro naturale bellezza, per le acque ricche di proprietà mediche. Ancora, immagini della Certosa di Serra San Bruno, museo in provincia di Vibo Valentia, nota tappa degli itinerari spirituali e storici legati alla presenza dell’ordine certosino.
Sfogliando l’agenda, così come le piacevoli fotografie da vedere, si possono leggere diversi racconti di varie culture quali quella africana, cinese, ebraica, italiana. Favole antiche di scrittori come Esopo, favole moderne di Trilussa, ed altre ancora. Un’agenda, questa, veramente degna di nota.

Monica Murano

(www.bottegascriptamanent.it, anno I, n. 3, novembre 2007)
Collaboratori di redazione:
Veronica Lombardi, Ilenia Marrapodi, Antonella Napoli, Maria Chiara Paone
Progetto grafico a cura di: Fulvio Mazza ed Emanuela Catania. Realizzazione: FN2000 Soft per conto di DAMA IT